LIBRO D'ORO

DELLA

NOBILTÀ MELITENSE

 

 

 

A seguito dei provvedimenti (senza precedenti), avviati in data 24.12.2016 dalla Santa Sede, su impulso di Sua Santità Papa Francesco, relativamente alla riforma interna dell'Ordine di Malta, Ettore Gallelli-editore, a seguito di deposito presso il pubblico ufficio per la tutela del diritto d'autore, (ufficio dipendente dal Ministero Italiano per i Beni e attività culturali -MIBAC), è dunque il solo editore autorizzato a pubblicare il LIBRO D'ORO DELLA NOBILTA' MELITENSE. Composto da due volumini di cm 12x17 rilegati in elegante pelle rossa, con incisioni stampigliate in oro su clichè, si tratta del primo repertorio araldico, genealogico, anagrafico, nobiliare, dalla periodicità biennale, esclusivamente dedicato al censimento delle famiglie nobili, ricevute sucessivamente nell'Ordine di malta, dopo la riforma voluta dalla Santa Sede. L'opera che verrà pubblicata il 26 giugno 2017 in occasione della festività di San Giovanni, è dunque il primo, solo, unico, elenco di titoli nobiliari accertati da apposita commissione editoriale, correlati da relativi stemmi e cenni storici.

 

 

 

Ettore Gallelli-editore (già autore-editore del Libro d'Oro della Nobiltà Italiana-nuova serie), il 13.12.2016 ha registrato presso l'ufficio pubblico generale delle opere protette dalla legge sul diritto d’autore (art. 103 L. 633/1941), il Libro d'Oro della Nobiltà Militense (acquisendo quindi tutti i diritti editoriali in esclusiva, dipendente dal Ministero per i Beni e Attività Culturali -MIBAC.) Si tratta del primo, solo, unico, repertorio araldico, genealogico, anagrafico, nobiliare, dalla periodicità biennale, la cui esposizione di dati genealogici, è uguale a quella del famoso Libro d'Oro della Nobiltà Italiana-nuova serie. Una pubblicazione dedicata alle famiglie dell'ordine di malta, che su mercato mancava, dato che i Ruoli Generali vennero pubblicati dallo stesso ordine prima degli attuali provvedimenti, nel lontano 1997.

 

 

 

 

Le informazioni presenti nel Libro d'Oro della Nobiltà Melitense, sono estrapolate dalla biblioteca Gallelli, che custodisce infatti uno dei più grandi archivi, melitensi, privati della regione. Preziosi testi, documenti, e pubblicazioni sull'ordine di Malta, ereditati dalla raccolta Alemanni e dalla raccolta de Salazar (casate facenti entrambe parte dello S.M.O.M. specie i de Salazar, ricevuti per ben sei volte nell'ordine, al quale diedero anche un Gran Balì, nella persona di Edoardo Salazar.) Più in generale la biblioteca Gallelli, annovera circa 14.000 volumi di storia, araldica, genealogia, diritto nobiliare, e araldica ecclesiasitica, alcuni dei quali sono edizioni antiche e rare. Per codeste peculiarità, la raccolta Gallelli è una delle maggiori biblioteche private, araldico-genealogiche, nobiliari, Italiane. Tra i testi più rari, lo stemmario Mistruzzi di Frisinga, e dello Stemmario Mattei, aggiornati.

 

 

 

Il Libro d'Oro della Nobiltà Melitense viene presentato ogni due anni presso castello Gallelli di Badolato, (per la delegazione Napoli e Sicilia).